Una squadra di vincenti (tutta in rosa)

Più che una squadra di calcio sono un’armata agguerritissima. Le giocatrici della Florentia hanno alle spalle un’annata vincente nel campionato nazionale di serie D (categoria dilettanti), che le ha viste trionfare al primo posto su tredici concorrenti.

I numeri che fotografano il raggiungimento di questo traguardo sono eloquenti: 24 vittorie su 24 partite disputate, 216 goal all’attivo e soltanto 3 reti subite.

Un piccolo record per una squadra creata poco più di un anno fa da Tommaso Becagli, 26 anni, “il presidente più giovane d’Italia”. La Florentia non è interessata solo a scalare le classifi che del calcio
femminile. “Siamo molto attenti a quello che accade intorno a noi – spiega il presidente – soprattutto a quello che riguarda il mondo delle donne e dei bambini”.

In questo senso, l’alleanza con la Fondazione Meyer è stata naturale. “Il calcio femminile – continua Becagli – è un mondo pulito, e sono convinto che i valori che abbiamo messo in campo quest’anno, la passione e la sportività, coincidano in parte con quelli dell’Ospedale pedriatrico fiorentino”. Di qui la decisione di promuovere alcuni eventi in collaborazione con la Fondazione. “Nelle partite più sentite – spiega Becagli – dove c’è un maggiore afflusso di pubblico, chiediamo alle persone di fare un’offerta libera e tutto il ricavato è stato devoluto alla Fondazione Meyer.

Ma abbiamo intenzione di organizzare altre iniziative. L’intenzione è quella di creare un percorso virtuoso tra il Meyer e la vita delle nostre atlete, le 21 ragazze che compongono la prima squadra e quelle che giocano nella categoria delle giovanissime. Vogliamo dare il nostro contributo alla promozione di messaggi di salute”.