Sammontana, un’amicizia lunga dieci anni

Sammontana SpA da un decennio sostiene la Fondazione Meyer per gli importanti progetti a favore dell’Ospedale Pediatrico Meyer. L’azienda empolese, che con la famiglia Bagnoli da oltre 70 anni ha fatto la storia del gelato italiano e che si conferma protagonista nel settore, ha contributo concretamente allo
sviluppo tecnologico, alla ricerca scientifica, all’accoglienza dei bambini degenti e delle loro famiglie.

Quali sono le motivazioni della vostra scelta solidale e le caratteristiche della vostra Responsabilità Sociale d’Impresa?
Da diversi anni sosteniamo la Fondazione Meyer. Siamo orgogliosi di poter contribuire a dare un aiuto ai bambini del Meyer, realtà di assoluto prestigio a livello internazionale ma profondamente legata al territorio toscano. È proprio questo legame con il territorio, che è parte dei valori fondativi di  Sammontana, che ci ha ispirato a legarci alla Fondazione.
La nostra, infatti, è una lunga storia che inizia nel 1946 proprio a Empoli, quando Renzo Bagnoli trasforma la latteria del padre in un laboratorio artigianale di gelati; una storia fatta di tradizione, qualità ed esperienza ma anche di innovazione, modernità e voglia di raggiungere traguardi sempre nuovi tra i quali, senza dubbio, una sempre maggiore responsabilità sociale d’impresa.

Sammontana ha scelto anche quest’anno di sostenere la Fondazione Meyer con una donazione, in occasione di un evento pubblico. Come nasce questa scelta?
Quello con l’Ospedale Pediatrico Meyer è un rapporto consolidato, che ci fa piacere continuare a coltivare. Da oltre sessant’anni con la nostra attività regaliamo sorrisi ai bambini: con semplicità, attraverso i nostri gelati.
Quest’anno eravamo presenti accanto alla Fondazione Meyer il 10 aprile allo stadio Carlo Castellani di Empoli dove si è disputato l’incontro di calcio di Serie A Empoli – Fiorentina per sostenere con una donazione un progetto di cura e prevenzione del diabete.
Occasioni speciali come questa sono preziose perché ci permettono di fare qualcosa di concreto.

Da molti anni sostenete la Fondazione Meyer. Ritiene che un sostegno di così ampio respiro abbia positivamente influito sulla vostra attività?
Per noi è fonte di profondo orgoglio contribuire a costruire insieme alla Fondazione Meyer un futuro migliore per i bambini. Attività di questo tipo innescano sempre un circolo virtuoso e ci auguriamo che il nostro impegno sia fonte di ispirazione anche per altre realtà e che contribuisca a sensibilizzare le
coscienze sull’importanza del sostegno alla ricerca scientifica per migliorare la qualità del soggiorno dei bambini e delle famiglie in ospedale.

Come viene vissuto in azienda il sostegno alla Fondazione Meyer?
Il nostro impegno è profondamente sentito sia come famiglia proprietaria, sia nel complesso
azienda. Per noi è molto importante poter comunicare internamente l’impegno di Sammontana e i nostri dipendenti hanno accolto con entusiasmo questa iniziativa.

Quali consigli darebbe ad un’azienda che intendesse intraprendere un percorso di Responsabilità Sociale?
Non possiamo che essere sostenitori di questo percorso. Abbiamo scelto di avvicinarci ad una realtà toscana, Fondazione Meyer appunto, perché Sammontana è fortemente radicata nel territorio. Ne abbiamo sposato i valori e siamo estremamente gratificati di potere dare a questa realtà un contributo
concreto.

FAI DIVENTARE LA TUA AZIENDA 
SOCIALMENTE RESPONSABILE

Se anche tu vuoi  intraprendere un percorso di Responsabilità Sociale per la tua azienda puoi prendere contatto con l’ufficio imprese della Fondazione Meyer chiamando lo 055.5662316 e chiedendo di Duccio Boldrini.