Nella grande famiglia del Meyer

Arriva dritto dritto al Meyer dal Royal Manchester Children’s Hospital il massimo esperto di chirurgia pediatrica addominale. Stiamo parlando di Antonio Morabito e curerà i bambini con gravi patologie dell’intestino.

È il massimo esperto europeo di chirurgia pediatrica addominale ed entrerà a far parte dell’Università di Firenze (dopo la selezione per la chiamata di un ordinario di Chirurgia pediatrica e infantile) dirigendo la struttura complessa di Chirurgia pediatrica. Morabito, 52 anni, da oltre 15 al Royal Manchester Children’s Hospital come direttore del Dipartimento pediatrico di chirurgia rigenerativa intestinale e riabilitazione, prenderà servizio all’Università di Firenze il prossimo 1 maggio presso il Dipartimento di Neuroscienze, psicologia, area del farmaco e salute del bambino guidando la struttura complessa del Meyer per contribuire allo sviluppo sia qualitativo, sia quantitativo delle attività a favore dei pazienti provenienti da tutta Italia e anche dall’estero.

Il suo arrivo darà poi un importante contributo all’innovazione nel campo della chirurgia pediatrica e neonatale e permetterà di costituire un team specializzato nel settore della chirurgia intestinale e delle tecniche chirurgiche di riabilitazione intestinale, con la realizzazione di una équipe di eccellenza a livello internazionale.

La presenza di Morabito permetterà di completare l’assistenza nel profilo chirurgico in ambito pediatrico e neonatale e potenziare la ricerca e l’alta formazione in questo campo, ponendo l’Azienda ospedaliero-universitaria Meyer tra i centri di riferimento internazionali della salute dei bambini per specialità sempre più complesse e rare.

 

Nel 2012 è stato inserito nella lista dei Top 100 Paediatric Doctors in UK del The Times Magazine

 

Professore e Consultant in Chirurgia pediatrica e neonatale all’Università di Manchester, Morabito dal 2003 a oggi ha ricoperto anche il ruolo di direttore della Paediatric Autologous Bowel Reconstruction and Rehabilitation Unit presso il Royal Manchester Children’s Hospital, vantando un’attività scientifica
di elevatissima qualità a livello internazionale.

Sia sul fronte chirurgico che riabilitativo, Morabito conduce studi multicentrici nazionali e internazionali di importante valore scientifico: autore di numerose pubblicazioni su autorevoli riviste scientifiche, molte delle quali ritenute innovative in ambito specialistico, spaziando dalla chirurgia mini-invasiva pediatrica al trattamento della sindrome dell’intestino corto o Short Bowel Syndrome (SBS) – settore nel quale il ricercatore è considerato un esperto internazionale grazie ai numerosi studi in ambito clinico supportati da altrettanti lavori di chirurgia sperimentale e ricerca di base.

Allievo di Adrian Bianchi, nel 2012 ha avviato il programma di ricerca nell’ambito della medicina rigenerativa presso l’Università di Manchester, cominciando nel 2013 un programma formativo per colleghi con esperienza in SBS (Masterclass in bowel reconstruction) su modelli intestinali sintetici nell’ambito della divulgazione delle tecniche chirurgiche di riabilitazione intestinale.

 

“Continuiamo con la politica dei concorsi aperti volti a reclutare le migliori eccellenze su scala internazionale, l’unica strada per costruire un’Università proiettata nel futuro che faccia del merito, della valutazione e della trasparenza le sue leve per una formazione e una ricerca di elevatissima qualità. La chiamata del professor Morabito è un passo importante e significativo in questa direzione” commenta Luigi Dei, Rettore dell’Università di Firenze.

 

 

“Siamo orgogliosi come Meyer di far rientrare in Italia dall’Inghilterra un grande chirurgo” dice Alberto Zanobini, Direttore Generale del pediatrico fiorentino.

 

 

“È un grande privilegio poter iniziare a far parte della grande famiglia dell’Università di Firenze e del Meyer” – dichiara Morabito.”Sono profondamente onorato di contribuire a rendere grande il nome della struttura fiorentina nel mondo. Con cura e passione sono sicuro che riusciremo a creare un team clinico- scientifico di alta specializzazione nel settore della chirurgia intestinale e delle tecniche chirurgiche di riabilitazione intestinale per il bene dei piccoli pazienti”.