Nel ritiro della Fiorentina fa la sua apparizione Neif. La mascotte che sostiene la Fondazione Meyer

È un legame forte quello che lega la Val di Fassa e il Trentino alla città di Firenze. Intessuto nel 2011, quando l’ACF Fiorentina ha cominciato a svolgere il ritiro precampionato a Moena, avrà un seguito anche nel prossimo inverno, quello dei Campionati Mondiali Junior di sci alpino 2019, in programma in febbraio.

Un evento di rilievo, caratterizzato da una partnership importante e ricca di significati fra la manifestazione e la Fondazione dell’ospedale pediatrico Anna Meyer Onlus di Firenze, con l’obiettivo di legare all’evento sportivo internazionale un’iniziativa legata alla solidarietà. L’intraprendente realtà della città del Giglio da pochi mesi ha inoltre lanciato una collaborazione strategica con il Centro di Protonterapia di Trento in attività di ricerca scientifica, con la finalità di sviluppare terapie innovative per il trattamento di alcuni tipi di tumore infantile, combinando chemioterapia e terapia protonica.

La manifestazione giovanile invernale, dunque, supporta e sostiene bambini meno fortunati. Un messaggio forte, ufficializzato a Moena, dove la Fiorentina è in ritiro fino a domenica 22 luglio. Per l’occasione il Comitato Organizzatore di Val di Fassa 2019 ha predisposto uno striscione, esposto sul campo di Moena, che promuove questa collaborazione. A tenere in mano il cuore della Fondazione Meyer è Neif, la mascotte ufficiale dei Mondiali, che ha fatto la sua prima apparizione ufficiale prima del fischio d’inizio, in occasione dell’amichevole che ha visto la Fiorentina affrontare la formazione di serie B dell’Hellas Verona. Il binomio Neif – Fondazione Meyer sarà una costante nel ritiro della Fiorentina in Val di Fassa, visto che la mascotte darà il calcio d’inizio sia nella partita amichevole di sabato 21 luglio (ore 17.30) contro il Venezia, sia salendo sul palco la sera stessa alle 21 in piazza di Sotegrava, che lo scorso 3 luglio era stata investita da un’alluvione e ripulita a tempo di record.

La Fondazione dell’Ospedale Pediatrico Meyer è stata costruita come supporto all’attività di comunicazione, marketing e raccolta fondi per la struttura fiorentina, punto di riferimento per la pediatria nazionale per ricerca, per le metodologie innovative di cura e per l’accoglienza del bambino. L’Ospedale Pediatrico Meyer rappresenta un’eccellenza sanitaria e la Fondazione lo sostiene con azioni ad alto valore aggiunto, che lo qualificano sotto il profilo tecnico-scientifico e lo rendono sempre più apprezzato e caro all’opinione pubblica. La sua mission è la cura, la salute e il benessere del bambino, obiettivi che vengono raggiunti investendo in ricerca, tecnologia, innovazione e, in questi mesi, anche grazie all’apporto dei Mondiali Junior Val di Fassa 2019.

La manifestazione iridata è in programma dal 18 al 27 febbraio 2019 e vedrà in gara circa 500 atleti di 50 nazioni, con in palio 11 titoli di campione del mondo e 33 medaglie da assegnare nelle due location di gara a Pozza di Fassa e a Passo San Pellegrino. A dicembre e a gennaio sono previste quattro gare di Coppa Europa, che rappresentano il secondo test event dopo quello dello scorso anno. Le date da segnare in rosso sono quelle del 17 e 18 dicembre a Pozza di Fassa, dove si disputeranno due slalom gigante maschili, quindi dal 15 al 18 gennaio a Passo San Pellegrino andranno in scena due discese libere femminili.

Tutti i più grandi campioni di Coppa del Mondo sono transitati anche per i Mondiali Junior, spesso vincendo medaglie. Alcuni nomi? Il norvegese Henrik Kristoffersen, che ha vinto ben sei titoli iridati under 20, l’austriaco Marcel Hirscher, che ha vinto 3 medaglie d’oro, ed ancora Lindsey Vonn, Mikaela Shiffrin, Sofia Goggia. Federica Brignone e tanti altri.