Maurizio Brandini Marcolini

Per UN CAFFE’ CON………. Miadi incontra oggi il Dottor Maurizio Brandini della Brandini Sp.a. Quattro chiacchiere in un clima di grande disponibilità.

– MiaDi nasce da un forte spirito di restituzione, dalla voglia di due genitori di restituire parte di quello che hanno ricevuto dall’ospedale pediatrico Meyer. La scelta invece della Brandini di appoggiare MiaDi, da dove nasce?

La nostra scelta parte dal fatto che in azienda abbiamo iniziato un percorso in cui, accanto agli interessi degli azionisti, stiamo affiancando anche quelli dei Dipendenti (fra cui già alcuni  si rivolgono  per le esigenze dei loro figli al Meyer) e del mondo che ci circonda, in modo da poter condividere socialmente parte del valore aggiunto che riusciamo a creare ogni anno.

 

– La responsabilità sociale di impresa cresce e si percepisce anche e soprattutto dalle numerose realtà imprenditoriali che appoggiano il progetto. Si inizia a delineare quella rete collaborativa tra Meyer e imprese che é tra gli scopi di MiaDi. Quale é l’importanza di creare davvero un’unione tra più imprenditori per una causa comune?

La responsabilità sociale di una azienda da un lato si rivolge alle persone cercando di trovare condivisione e  punti di equilibrio fra i diversi interessi mentre dall’altro interagisce con l’ambiente fisico cercando di preservarlo meglio possibile per le generazioni future.

Più saranno le aziende che si impegneranno in questo percorso maggiori saranno i vantaggi e le risorse per la società e per l’ambiente stesso.

 

– Aiutare MiaDi significa aiutare il Meyer, significa stare dalla parte dei bambini. Cosa vi aspettate dal vostro contributo per l’ospedale Fiorentino?

Purtroppo nel campo medico non potremo mai arrivare ad annullare gli effetti delle malattie, ma sicuramente potremo contribuire alla crescita di un Meyer  in cui puntiamo sempre di più all’eccellenza, oltre che nella diagnosi, anche nella cura e nell’attenzione alle esigenze dei malati e delle loro famiglie.