Accountability day la Fondazione si racconta

Il 15 settembre una giornata di confronto con gli operatori del Meyer per “dare conto” in maniera trasparente del lavoro effettuato, delle risorse acquisite e del loro impiego.

Quest’anno la Fondazione ha programmato un nuovo appuntamento. Un momento di confronto con la comunità del Meyer, eloquentemente riassunto dalla parola che campeggia nel titolo dell’evento: accountability.

Con buona approssimazione possiamo tradurre questo termine – che sempre più Fondazione e Ospedale hanno eletto a loro valore guida – con “dare conto”. E il senso di questa giornata è proprio questo: dare conto in maniera responsabile e trasparente del lavoro effettuato, delle risorse acquisite
e di come esse siano state impiegate.

Per la prima volta nella sua storia la Fondazione ha voluto “liberare il potenziale positivo” dell’accountability, ricorrendo a questa forma innovativa di comunicazione, per rendere più trasparenti e valutabili le scelte di programmazione, le modalità di attuazione, i risultati raggiunti nelle diverse politiche di intervento a favore dell’attività di cura, ricerca, formazione ed accoglienza dell’Ospedale Meyer.

Ciò, non solo in termini di risorse economicofinanziarie assorbite, ma soprattutto in termini di efficacia. L’adozione del tradizionale bilancio di esercizio, infatti, non costituisce uno strumento sufficiente a rendere conto dell’operato della Fondazione.

I numeri da soli non sono in grado di restituire impegno, lavoro, cura e attenzione di molte delle persone che a vario titolo e con diversi ruoli rendono possibile questo servizio a favore dei piccoli malati e delle loro famiglie.

Questo incontro, quindi, intende parlare di noi e non solo dei nostri numeri o dei risultati pur lusinghieri. La Fondazione ha inteso adottare “l’accountability day” perché resoconto e responsabilità devono andare insieme, perché nessuna delega sia considerata in bianco, ma, soprattutto, perché, analizzati i risultati, ci si interroghi sul futuro, si favorisca il dialogo ed il confronto con l’Ospedale, si individui le priorità nelle scelte, in un processo circolare di programmazione e di valutazione dei risultati che sono la leva principale di ogni cambiamento continuo. Si tratta, in altri termini,
di dichiarare apertamente il modo con cui la Fondazione interpreta il proprio ruolo, definisce le strategie d’azione e cresce nella consapevolezza che l’azione amministrativa non possa mai smarrire la sua funzione sociale.

Il giorno dell’accountability della Fondazione Meyer sarà un importante momento di democrazia partecipata ma anche il modo più efficace per riaffermare e legittimare il ruolo della Fondazione nei processi di individuazione, sostegno e attuazione delle politiche sanitarie sociali e scientifico-tecnologiche dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Meyer.

Prof. Gianpaolo Donzelli
Presidente Fondazione
dell’Ospedale Pediatrico Meyer ONLUS

“I numeri da soli
non sono in grado
di restituire impegno,
lavoro, cura e attenzione
di molte delle persone
che a vario titolo
e con diversi ruoli rendono
possibile questo servizio
a favore dei piccoli malati
e delle loro famiglie”